Il Piano Giovani Busa di Tione 2021 è un piano giovani costituito ex novo.​ La nuova convenzione viene sottoscritta ai primi di gennaio tra i Comuni di Tione, Porte di Rendena, Tre  Ville e Borgo Lares.

La cooperativa di comunità OrizzonteGiovani tramite bando indetto dal Comune di Tione di Trento ha ottenuto la referenza tecnica del Piano e sta affiancando le Amministrazioni nella costruzione e nel lancio del Piano Giovani.

Obiettivi fondamentali del Piano Giovani:

  • cercare di offrire a tutti i giovani della Busa di Tione gli stimoli e le opportunità di crescita culturale che li aiutino nella definizione dei propri valori e percorsi,​
  • proporre esperienze di partecipazione attiva che li rendano protagonisti del benessere e dello sviluppo socio culturale della popolazione della Busa di Tione,​
  • rendere la comunità attenta ai giovani e quindi al futuro.

Il primo bando per la raccolta di idee progettuali è stato pubblicato qualche giorno fa e verrà chiuso il 30 giugno. In questo periodo avrà luogo un primo contatto da parte dei referenti comunali e del RTO con i vari attori che nei vari comuni potrebbero avanzare delle ipotesi di progetto. Sarà importante valorizzare la loro specificità dei proponenti e al tempo stesso trasmettere gli obiettivi del piano giovani e chiarire le linee guida. ​

Chiuso il bando il Tavolo selezionerà i progetti vincitori che potranno essere avviati.​ Potrà esserne attivato un secondo se avanzeranno delle risorse.

Successivamente in autunno verranno realizzati una serie di incontri formativi, indicativamente tre con i progettisti e altre realtà o giovani che vogliono avvicinarsi al piano giovani.​ In uno di questi incontri potranno essere raccolte le idee e le sensibilità rispetto alla direzione di sviluppo del piano giovani (PSG) per gli anni successivi.

Il percorso culminerà nella co-progettazione e realizzazione dell’evento finale ipotizzato in dicembre, aperto a tutta la comunità.​

Se la valutazione relativa al 2021 sarà positiva l’ipotesi è di programmare la triennalità 2022-24.  In tal caso il Tavolo dovrà definire e approvare la nuova convenzione e il PSG dell’anno successivo.​

 

Estratti dal Piano Strategico Giovani:

ANALISI DEL CONTESTO
I quattro comuni sono abbastanza vicini tra loro:

 

 

 

 

 

La dimensione quantitativa della popolazione giovanile è la seguente:

Tione di Trento Porte di Rendena Tre Ville Borgo Lares TOT
10-14 anni 172​ 101​ 67​ 31​ 371​
15-19 anni 178 109 65 38 390
20-24 anni 199 84 75 37 395
25-29 anni 211 89 63 34 397
30-34 anni 198​ 84​ 76​ 54​ 412​
TOT 958​ 467​ 346​ 194​ 1.965
Dati ISPAT

Ciascun comune trova al proprio interno numerosi riferimenti per quanto riguarda:​

  • associazioni, pro loco, …​
  • adulti significativi, figure di riferimento…​
  • iniziative comunitarie che coinvolgono o intercettano i giovani, ​
  • luoghi (per lo più dedicati allo sport) ideali per realizzare eventi.​

Punti di forza:​

  • il territorio è circoscritto e quindi le persone si conoscono più o meno tutte, ​
  • la centralità di Tione in particolare per i servizi,​
  • un discreto benessere economico,​
  • la presenza di realtà associative con una loro identità.​

​Criticità:

  • il campanilismo tra i comuni o le frazioni, nonostante le fusioni, sentito maggiormente dalle generazioni più mature,​
  • l’autoreferenzialità propria di un certo modo di intendere l’associazionismo che talvolta conduce alla frammentarietà o alla contrapposizione (esempio: eventi antagonisti nello stesso giorno),​
  • una certa dispersione dei giovani che non si riconoscono in particolari luoghi, eventi o attività, e che sembrano poco interessati alla partecipazione ad attività collettive / di volontariato.​

I RISULTATI PERSEGUITI DIRETTAMENTE DAL TAVOLO DEL PIANO GIOVANI saranno i seguenti:

1) IDENTITA’​. Il piano giovani di zona ha definito una propria nuova identità, ben individuata in un logo, un sito e una pagina social. Tutti realizzati e gestiti in modo professionale. Individuato un giovane che si occupi della comunicazione.​ Realizzato l’evento di fine anno riconosciuto come l’evento territoriale del piano giovani (almeno cinque realtà coinvolte nella realizzazione, almeno 50 persone presenti).​ I giovani, le associazioni e la popolazione in generale sono a conoscenza dell’esistenza del piano.​

​2) RETE. Costituita una prima una rete di soggetti (almeno cinque) del territorio che condividono i valori e le sfide del piano giovani. Sviluppate le prime collaborazioni.​

​3) CULTURA. Sviluppata una prima consapevolezza nel mondo adulto su cosa sono le politiche giovanili, specificità, obiettivi e metodologie, che diviene anche maggiormente attento e propositivo. 

​I RISULTATI DA RAGGIUNGERE TRAMITE I PROGETTI​ saranno i seguenti:

1) PROTAGONISMO GIOVANILE, APPRENDIMENTO ED ESPRESSIONE

  • I giovani si sono messi alla prova, portando le loro proposte, impegnandosi nel perfezionarle, assumendosi la responsabilità di realizzarle e di valutarne l’esito,​
  • hanno appreso nuove conoscenze, sviluppato nuove competenze, messo maggiormente a fuoco il proprio contesto di vita,​
  • hanno potuto esprimere le loro idee e raccontare le proprie esperienze alla comunità locale.​

​2) INTERGENERAZIONALITA’​

  • Incrementato il dialogo e la collaborazione tra giovani e adulti.​
  • Incrementata la capacità di collegare la lettura del passato con la capacità di fare proposte per il futuro.​
  • Comunità locali più consapevoli e attive.​

3) ORIZZONTE AMPIO​

Incrementata nei progettisti e nei partecipanti la propria consapevolezza rispetto al proprio posizionamento nel contesto di vita, al proprio percorso, ai propri progetti,  al ruolo che si vuole rivestire nella comunità locale.​

IL PRIMO BANDO 2021

CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI

PROTAGONISMO GIOVANILE​Il progetto è proposto dai giovani o prevede che i giovani abbiano ruoli organizzativi? Le attività favoriscono una reale partecipazione attiva? Il progetto favorisce l’espressione di idee, proposte, linguaggi, sensibilità dei giovani?​ ​ 20 punti​
VALENZA EDUCATIVA ​Sono previsti apprendimenti e sviluppo di competenze importanti per i percorsi di vita dei giovani? Il progetto favorisce la riflessione sul sè e sul contesto?​ ​ 20 punti​
CAPACITA’ DI COINVOLGERE I GIOVANI (in primis 18-30 anni)​Il progetto ha buone chance di coinvolgere il numero di giovani ipotizzato?​La partecipazione al progetto è fruibile e accessibile da parte del maggior numero possibile di giovani?​ ​ 20 punti​
RADICAMENTO​Il progetto è presentato da soggetti radicati nel territorio? Descrive in modo chiaro una o più caratteristiche del contesto (una necessità, un’opportunità…) o dei soggetti a cui si rivolge (bisogni, interessi, desideri, aspirazioni)?​ 10 punti​
SVILUPPO DELLA RETE TERRITORALE​Il progetto prevede collaborazioni importanti con altre realtà?  Ne valorizza le competenze?​ ​ 10 punti​
INTERGENERAZIONALITA’ E SVILUPPO DI COMUNITA’​Il progetto nasce o prevede il dialogo e la collaborazione tra giovani e adulti? Il progetto valorizza l’esistente e propone innovazione?​Il progetto favorisce il coinvolgimento e lo sviluppo della comunità?​ ​ 10 punti​
COERENZA DEL PROGETTO E RICHIESTA ECONOMICA​Il progetto articola in modo chiaro e coerente obiettivi, attività, risultati? Il progetto stima in modo congruo le spese rispetto alle attività rispetto al numero di partecipanti? Quanto è rilevante la compartecipazione?​ 10 punti​
TOTALE​ 100 punti​